referaty.sk – Všetko čo študent potrebuje
Ľudomila
Pondelok, 16. septembra 2019
L’anno 1989 – il grande cambiamento democratico negli paesi “ex – comunisti”.
Dátum pridania: 14.11.2003 Oznámkuj: 12345
Autor referátu: Rastislav
 
Jazyk: Taliančina Počet slov: 2 611
Referát vhodný pre: Stredná odborná škola Počet A4: 9.8
Priemerná známka: 2.97 Rýchle čítanie: 16m 20s
Pomalé čítanie: 24m 30s
 
INTRODUZIONE

Si scrive anno 1989. Possiamo dire che quest’anno è un anno di miracoli, almeno per la gente dell’Europa Centrale e dell’Est. Oggi alcune di queste persone si trovano faccia a faccia con la disoccupazione, la criminalità, la corruzione e si chiedono: per questo abbiamo fatto la rivoluzione? Forse per qualcuno di loro l’anno 1989 non conta come l’anno di inizio della democrazia, della vita senza paura, di grandi possibilità per la vita sociale, senza censura nei mass media. La gente ha dimenticato subito le file per le banane, i timbri per il permesso viaggiare all’estero, la possibilità di studiare solo per i figli dei comunisti.
Per sempre l’anno 1989 sarà scritto nella storia dell’ex - Cecoslovacchia, oggi Repubblica Ceca e Repubblica Slovacca, ma anche per tutto il blocco comunista – Sovietico, come l’anno di gran cambiamento politico, democratico, sociale. Con questo anno finisce in Europa il governo comunista, che dal 1948 è stato proclamato nei paesi della Cecoslovacchia, Polonia, l’Ungheria, Romania, Bulgaria e Repubblica democratica Tedesca, definito come socialista o capitalismo statale. Questi stati alla fine degli anni ‘80 hanno lottato per la democrazia, per la libertà. Con il mio lavoro intendo fare una riflessione sulla parola democrazia e in particolare riferirmi a questo famoso anno, chiedendomi che cosa hanno apportato i mass media, come hanno seguito il cambiamento politico che stava avvenendo. La natura della comunicazione proviene dal sistema politico. Questa regola fondamentale era valida sempre. Negli anni rivoluzionari, i mass media, in Cecoslovacchia e anche negli altri paesi, hanno contribuito alla rovina di un sistema politico e instaurando una nuova strada per una politica più democratica di quanto non fosse il comunismo.


Capitolo primo
LA DEMOCRAZIA


La democrazia è un sistema basato sul governo della maggioranza, nel rispetto dei diritti delle minoranze. “La parola democrazia ha avuto origine in Grecia, nel V secolo avanti Cristo.” Se una società è troppo omogenea o disomogenea si rischia di far saltare l’equilibrio che intercorre tra maggioranza ed opposizione.
 
   1  |  2  |  3  |  4  |  5  |  ďalej ďalej
 
Zdroje: GALLINO Luciano, Democrazia, in L. GALLINO, Dizionario sociologia, Milano, TEA, 1993, 207 - 214., KAPUSTA Pavel, Desať rokov po ..., in «Extra», 18 – 24 Novembre 1999, 1., MAZZOLENI Giampiero, La comunicazione politica, Bologna, Il Mulino, 1998., Cinquantamila persone in piazza a Praga. Violenti scontri tra polizia e studenti, in «L’Osservatore Romano», 19 Novembre 1989, 1., Il Premier cecoslovacco accetta alcune richieste dell’opposizione, in «L’Osservatore Romano», 30 Novembre 1989, 1., Radio Vaticana, sessione Slovacca, 5.12.1989., Radio Vaticana, sessione Slovacca, 10.12.1989., Radio Vaticana, sessione Slovacca, 4.1.1990.
Copyright © 1999-2019 News and Media Holding, a.s.
Všetky práva vyhradené. Publikovanie alebo šírenie obsahu je zakázané bez predchádzajúceho súhlasu.