referaty.sk – Všetko čo študent potrebuje
Izidor
Sobota, 4. apríla 2020
Comunicazione politica nel referendum e nella pubblicità elettorale durante il referendum
Dátum pridania: 14.11.2003 Oznámkuj: 12345
Autor referátu: Rastislav
 
Jazyk: Taliančina Počet slov: 3 490
Referát vhodný pre: Stredná odborná škola Počet A4: 13.3
Priemerná známka: 2.96 Rýchle čítanie: 22m 10s
Pomalé čítanie: 33m 15s
 

il 16 e 17 maggio 2003.
Vi erano anche altri tipi si spot pubblicitari i cui protagonisti erano gli stessi politici o personaggi slovacchi famosi (attori, cantori, giornalisti, sindaci ...). Lo spot si apriva con il logo del referendum e subito dopo, in primo piano, apparivano i vari personaggi. Costoro parlavano da soli, esprimendo cosa significasse per ciascuno di loro l’EU, quale vantaggio avrebbe significato entrare nell’EU, per quale motivo ciascuno di costoro sarebbe andato a votare. La frase conclusiva era quasi sempre la stessa: “Vieni anche tu con me a votare il 16 e 17 maggio per entrare nell’EU.”
I personaggi si presentavano di solito nei loro ambienti abituali: i politici ed i sindaci di solito nel loro ufficio, gli attori sul palcoscenico, i giornalisti davanti ad un computer o negli studi radiofonici o televisivi, i cantanti nel back-stage dei concerti ...
La musica di sottofondo era la stessa tutti gli spot: tale musica, all'apertura della pubblicità elettorale, è stata presentata come “l'inno” del referendum.
Dopo ogni TG c'era un breve talk-show, di soli 10 minuti, negli studi TV con uno dei politici o di governo o di opposizione. In genere erano presenti due moderatori ed un politico: sono così emersi non solo i vantaggi ma anche gli svantaggi dell'entrare nell'EU. I politici che partecipavano ai talk-show erano ben preparati e pronti a rispondere a qualsiasi domanda. Qualche volta, tuttavia, sono usciti fuori della discussione sull'EU, ma la presenza dei due moderatori in studio li ha portati nuovamente sul tema del referendum e dell’EU. 2.3. La pubblicità in radio

Lo stesso schema comunicativo usato in TV era adottato dalle radio: mancando chiaramente le immagini, una voce guida cercava di descrivere gli ambienti aiutando l'ascoltatore ad immaginarli. Contrariamente a quelli televisivi, i talk-show radiofonici erano molto più lunghi: probabilmente ciò è dovuto alla maggiore elasticità e possibilità di cambiamento dei palinsesti radiofonici rispetto a quelli televisivi. Ciò faceva degli incontri/scontri radiofonici tra i politici uno spettacolo più interessanti rispetto a quello offerto dalla TV. Inoltre i radioascoltatori potevano partecipare a questi talk show ponendo domande tramite telefono o inviando una e-mail. Anche in radio i politici erano ben preparati nel rispondere alle domande dagli ascoltatori.

2.4. La pubblicità negli giornali e internet

La pubblicità elettorale per il referendum ha trovato posto anche su quotidiani, riviste e internet.
 
späť späť   3  |  4  |   5  |  6  |  7  |  ďalej ďalej
 
Zdroje: Costituzione Slovacca, legge 298/1992 Sb, MAZZOLENI GIANPIETRO, La comunicazione politica, Mulino, Bologna, 1998, Mie osservazioni durante le vacanze di Pasqua, Media in Slovacchia, Internet
Copyright © 1999-2019 News and Media Holding, a.s.
Všetky práva vyhradené. Publikovanie alebo šírenie obsahu je zakázané bez predchádzajúceho súhlasu.